Salta Menù|

Testata

Sostenibilà ambientale - domenica 9 agosto 2020 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Sostenibilà ambientale



  Menu Principale



  In Evidenza











[Buone prassi e approfondimenti]

La rete CARTESIO

Cluster Aree Teritoriali e Sistemi d’Impresa Omogenei

Immagine:

La rete CARTESIO (Cluster Aree Territoriali e Sistemi d’Impresa Omogenei) è composta da:
Emilia Romagna
Lazio
Liguria
Lombardia
Toscana
La rete diffonde casi studio nazionali e internazionali in cui sistemi produttivi territoriali fanno della qualità ambientale fattore di successo.

Nel Rapporto finale dell’European Commision Expert Group on enterprise clusters and networks i cluster sono definiti come gruppi di imprese indipendenti e di istituzioni associate che:
• Collaborano e che sono in concorrenza tra loro,
• Geograficamente sono concentrate in una o più regioni ma che possono estendersi a livello globale,
• Sono specializzate in un settore e collegate tra loro da tecnologie competenze comuni,
• Hanno una base scientifica o tradizionale,
• Possono essere o meno istituzionalizzate,
• Hanno impatto positivo su innovazione e competitività, sull’acquisizione di competenze e l’informazione, sulla crescita e sul dinamismo imprenditoriale a lungo termine.
Ad esempio potremmo includere tra i cluster distretti industriali, parchi eco-industriali e le supply chain.

Vi segnaliamo i siti web di riferimento
www.eccelsalife.it
www.retecartesio.it

Vi segnaliamo inoltre delle BEST PRACTICE

Distretti industriali

- Distretto industriale di San Sebastian – Spagna Per raggiungere la conformità alla norma il soggetto pubblico incentiva le PMI ad implementare un Sistema di Gestione Ambientale.

- Distretto cartario di Capannori – Italia Un comitato promotore ha realizzato un’analisi ambientale iniziale di distretto utilizzabile dalle singole imprese per la promozione e diffusione del Regolamento Emas e il riconoscimento del distretto come ambito produttivo omogeneo.
www.distrettocartario.it

Aree produttive ecologicamente attrezzate e Parchi eco-industriali

- Parco Eco-Industriale Vreten – Svezia Le aziende nel parco hanno costruito dei business circle per dare vita ad azioni in forma collettiva, uno di questi si occupa di ambiente. All’interno di un processo di Agenda 21 locale sono state individuate e attuate soluzioni cooperative tra pubblico e privato.

- Z.I. Ponterosso – San Vito al Tagliamento (PN) – Italia Un consorzio appositamente costituito gestisce il monitoraggio ambientale, servizi e infrastrutture dell’area dopo aver raggiunto la certificazione ISO 14001.
www.zipr.it

Supply chain

- Green supply chain management IKEA L’IKEA considera l’intero ciclo di vita dei prodotti, nonché le caratteristiche dei fornitori i quali devono avere un codice di condotta.
www.ikea.com

- Distretto del mobile di Pesaro – Italia La migliore pratica è la sperimentazione di un modello di POEMS (Product-Oriented Environmental Management System).
www.distretti.org

Filiere produttive

- Filiera della floricoltura – Ohio (USA) C’è stata la creazione di un marchio locale e la definizione di una strategia di marketing.
“Value”-chains: Identity, tradition, and Ohio’s flori(culture) industry - Jay D. Gatrell et al Applied Geography Issue 3, July 2009

- Distretto Serico Comasco – Italia E’ stato creato un marchio per rendere riconoscibili i prodotti. Rilasciato da un organismo accreditato Sincert, unisce la qualità dell’azienda e del prodotto.
www.distretti.org

Aree turistiche

- Wellbeing Cluster Niederosterreich – Austria La buona pratica è legata all’associare i servizi turistici con aspetti non associabili ad esso come la medicina preventiva, i prodotti naturali e servizi medici.
www.wellbeingcluster.at/

- Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi – Italia Sono stati introdotti strumenti di comunicazione e disciplinari tecnici per fregiarsi del marchio del parco per integrare le attività di protezione e conservazione con lo sviluppo delle comunità locali.
www.dolomitipark.it

Poli logistici

- Ecoports Foundation – Olanda La fondazione ha lo scopo di creare relazioni tra i porti europei sui vari problemi ambientali attraverso workshop, analisi del rischio per stabilire le priorità, analisi di ispirazione ISO 14001 e possibilità di certificazione.
www.ecoport.com

- Autorità portuali liguri – Italia E’ stato adottato e certificato un SGA e particolare attenzione è stata rivolta a concessionari che sono stati controllati e sensibilizzati.
www.porto.sv.it
www.porto.genova.it




  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata





Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino