Salta Menù|

Patrimonio Naturale

Patrimonio Naturale - mercoledì 26 giugno 2019 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Patrimonio Naturale



  Menu Principale


  News






Immagine:

Abetina di Rosello

*****

Istituita nel 1992 nei Comuni di Rosello e Agnone (quest’ultimo in provincia di Isernia) si trova intorno ai mille metri di quota, sul confine con il Molise, in una zona altrove arida e desolata anche a causa del carico enorme di bestiame al pascolo che il territorio ha dovuto sopportare in passato: e’ il verde bosco di abeti di Rosello in provincia di Chieti. Traversato dal torrente Turcano (un affluente del Sangro), il bosco e’ costituito in buona parte da Abete bianco, cui si affiancano il Faggio, il Tasso, il Tiglio, il Cerro, il Nocciolo e il raro Acero di Lobelius che qui raggiunge il limite settentrionale del suo areale di distribuzione. Bello e ricco anche il sottobosco nel quale spiccano l’Agrifoglio e il Pungitopo. Le fioriture includono il Croco, la Scilla, il Giglio martagone, e numerose orchidee selvatiche tra cui la rarissima Epipactis purpurata.
Clicca qui per approfondire

Immagine:

Oasi di Serranella

*****

Ai piedi della Majella, questo bacino nei Comuni di Altino, Casoli e Sant’Eusanio del Sangro e’ protetto dal 1990 da una riserva naturale di 300 ettari (piu’ 200 di fascia di rispetto) e ospita l’airone bianco maggiore, la cicogna nera e il fenicottero.
Il Lago di Serranella si è formato a seguito della costruzione di una traversa per scopi irrigui, nel 1981. L’invaso, pur essendo di origine artificiale, è diventato in breve tempo una palude ricca di vita: la sua posizione prossima alla costa adriatica e alla confluenza fra i fiumi Sangro ed Aventino ne hanno fatto una delle aree più importanti per la sosta degli uccelli migratori lungo la rotta adriatica e per la fauna in generale.
Negli ultimi anni, con interventi mirati di ripristino ambientale, si sta ricostituendo la ricchezza di habitat dell’ambiente fluviale con presenza di laghetti, lanche, zone allagate per riportare l’ambiente ed il paesaggio al suo aspetto originario.
Clicca qui per approfondire

Immagine:

Parco Nazionale della Majella

*****

La Montagna della Majella, Padre dei Monti per Plinio il Vecchio, Montagna Madre per gli abruzzesi, alto, imponente, selvaggio, gruppo montuoso, fa parte, di diritto, del patrimonio mondiale dei Parchi Nazionali. Geograficamente costituito da quattro grandi individualità orografiche - la Majella propriamente detta, ampio e compatto massiccio calcareo, il Morrone, il Porrara e i Monti Pizzi, con le valli e i piani carsici che fra esse si interpongono - è un Parco Nazionale che per posizione geografica, per asprezza, vastità, e imponenza, per il rigore e la mutevolezza climatica, è sicuramente unico nel suo genere e racchiude al suo interno, in vaste aree (widelands), che presentano aspetti peculiari di natura selvaggia (wildland), la parte più pregevole e rara del patrimonio nazionale di biodiversità, di importanza europea e mondiale.
Clicca qui per appronfondire

Immagine:

Parco Nazionale D’Abruzzo

*****

È il più conosciuto e frequentato tra i nostri parchi nazionali. È il parco dell’orso, del lupo, del camoscio, il cuore vergine dell’Appennino dove da oltre tre quarti di secolo la natura regna indisturbata. Entro i suoi confini, circondati da un’ampia fascia di protezione estesa per ulteriori 60.000 ettari, i visitatori si lasciano alle spalle smog cittadino e traffico automobilistico per immergersi in una grande oasi verde di boschi, bagnata da fiumi e laghi, tra vette che raggiungono e superano i duemila metri.
Il cuore del parco è rappresentato dai monti della Meta, che sfiorano o superano quota duemila col monte Sterpidalto (1.966 m), con la Meta (2.242 m) e col Petroso (2.249 m).
Collegati al Sito Web del Parco Nazionale D’Abruzzo


News Sangro Aventino


  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata



  IMMAGINI




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino