Salta Menù|

Testata De Giorgio

IPC De Giorgio Lanciano - venerdģ 20 settembre 2019 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Portale Scolastico »I Giornali delle scuole »IPC De Giorgio Lanciano


nome scuola

  Menu Principale


  NOTIZIE


  DOCUMENTI


  EVENTI



  IMMAGINI


  POF



L’On.le Avv. Pietro De Giorgio

UN DEPUTATO LANCIANESE DI ALTRI TEMPI

L’On.le Avv. Pietro De Giorgio, deputato lancianese di altri tempi ebbe a dedicare la sua attività per lo sviluppo degli studi nella nostra provincia. Nacque a Lanciano il 1° Maggio 1848 da Nicola ed Elisabetta Colletta, parente del famoso storico napoletano. Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza, presso l’Università di Napoli, fu abilitato all’insegnamento del diritto ed appartenne in seguito alla Magistratura ed all’Amministrazione degli Economati generali. Esercitò per lunghi anni l’Avvocatura con riconosciuto successo e partecipò ai processi più celebri della sua epoca.
Fu eletto Deputato di Chieti II e Lanciano per cinque legislature e assunse una posizione importante per la speciale competenza che aveva nelle questioni di diritto.
Fu membro di molte Commissioni, tra cui quella del fondo per il Culto, nonché Vice-Presidente della Giunta per le petizioni e Segretario della Commissione per la riforma del procedimento sommario.
Spese le sue energie migliori per l’Abruzzo e per Lanciano, mirando a realizzare maggiori progressi nel campo sociale.
Favorì, giovandosi delle sue alte relazioni al Governo Nazionale, la costruzione dell’Acquedotto Cittadino che venne inaugurato in Lanciano nell’anno 1904.
Diede tutto il suo fervido entusiasmo per agevolare le varie pratiche amministrative presso i Ministeri e la Provincia; premurò il sollecito sviluppo della costruzione della ferrovia Adriatica-Appennina e organizzò per primo lo studio del tracciati stradali che dovevano allacciare la Città di Lanciano ai comuni del retroterra.
Morì in Lanciano il 28 Marzo 1901: nella commemorazione alla Camera fu detto dai banchi del Governo che "l’On.le Pietro De Giorgio, della terra degli Abruzzi, altro premio non ambì, per l’alacre sua opera di bene nel Foro e nel Parlamento, che il plauso della propria coscienza".

News Sangro Aventino
Accesso Diretto

Navigando il portale



  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino