Salta Menù|

Testata

-S. Maria Imbaro - domenica 21 aprile 2019 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Patrimonio Culturale »-S. Maria Imbaro



  Menu Principale


  Chiese


  Palazzi




  Eventi






[Chiese]

Chiesa di Santa Maria Imbaro

Impianto longitudinale a navata unica con terminazione absidale

Immagine:

Comune e provincia:
Santa Maria Imbaro (Ch)


Denominazione dell’ edificio:
la denominazione della chiesa, e anche del paese, deriva dalla sua posizione prossima ad un importante tratturo che conduce in Puglia; così il termine Sancta Maria in viam Bari, si è successivamente contratto in Sancta Maria in Baro, fino all’attuale Santa Maria Imbaro

Tipologia:
impianto longitudinale a navata unica con terminazione absidale

Ubicazione:
località Santa Maria Imbaro

Utilizzazione:
la chiesa è attualmente officiata

Epoca di costruzione ed eventuali aggiunte/modifiche/restauri:
alcuni documenti attestano l’esistenza della chiesa già nel XI sec., tra cui una pieve, plebem quoque S.Mariae in Bari, citata da un documento pontificio del 1059 in cui Papa Niccolò II conferma ad Attone vescovo di Chieti i suoi possedimenti. Difficile stabilire però se l’impianto originario, più volte rimaneggiato nei secoli successivi, possedesse una configurazione simile alla chiesa attuale. Certo è che un primo consistente intervento di ricostruzione si rese necessario dopo il terremoto del 1456, in particolare alla torre campanaria. Nel 1515 venne fondata la Diocesi di Lanciano e S. Maria Imbaro passò tra i suoi possedimenti perdendo la propria autonomia. Dopo il 1760 sono documentati alcuni lavori, probabilmente riferibili più alla dotazione di nuovi arredi liturgici che ad opere sostanziali alla chiesa (risalgono a questo periodo la statua della Madonna con Bambino e l’altare del Santuario, con finte colonne marmoree che inquadrano probabilmente S. Casimiro). Una iscrizione situata nella torre campanaria documenta un restauro datato 1840 e relativo allo stesso campanile. Nonostante il paese di S. Maria Imbaro sia stato al centro di aspri combattimenti e oggetto di fitti bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, non sembra che la chiesa abbia riportato danni.

Stato di conservazione:è in fase di restauro la facciata principale della chiesa, mentre si conservano sostanzialmente integri il fronte posteriore e la torre campanaria in muratura mista di laterizio e pietra squadrata

Descrizione dell’edificio con riferimento ai materiali e alle tecniche costruttive adottate:
l’abside della chiesa, dall’unica monofora e dal tipico coronamento ad arcatelle cieche, rappresenta molto probabilmente l’unica parte rimanente della originaria chiesa romanica.
E’ affiancata, sul lato destro, dall’imponente torre campanaria, più volte rimaneggiata nel corso dei secoli e ora divisa in senso orizzontale in due settori separati da una esile cornice sulla quale impostano due lesene che inquadrano il fornice centrale a tutto sesto che contiene la campana.
La facciata principale è preceduta da un portico con arcate a tutto sesto coperto ad unica falda, ora in fase di restauro.
Il fronte vero e proprio ha terminazione a capanna e ed segnato, lungo l’asse centrale, da una semplice apertura sormontata da una finestra termale di grandi dimensioni.
All’interno, si conserva, oltre all’altare e alla statua della Madonna con Bambino già menzionati, un Crocifisso di scuola abruzzese del XIII secolo


Bibliografia:
U. BOCHACHE, Raccolta di documenti e memorie lancianesi, 14 voll., manoscritti conservati presso la biblioteca comunale R. Liberatore di Lanciano, in parte pubblicati da L. COPPA ZUCCARI in L’invasione francese negli Abruzzi (1798-1810), vol. I, Chieti 1928;
M. SCIOLI, Il libro di memorie di A. L. Antinori nella Biblioteca Diocesana di Lanciano (secoli XI-XVIII), L’Aquila 1995.

Clicca qui per visualizzare e scaricare la scheda tecnica redatta dall’Università “G. D’Annunzio”, facoltà di Architettura, Dipartimento di scienze, storia dell’Architettura, Restauro e Rappresentazione.

File: Chiesa di Santa Maria Imbaro.pdf (135,43 Kb) -




  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata



  IMMAGINI




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino