Salta Menù|

Testata

-S. Eusanio del Sangro - lunedģ 18 dicembre 2017 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Patrimonio Culturale »-S. Eusanio del Sangro



  Menu Principale


  Chiese


  Palazzi




  Eventi






[Palazzi]

Palazzo De Titta

Edificio a blocco isolato su due livelli

Immagine:

Comune e provincia:
Sant’Eusanio del Sangro (Ch)


Tipologia:
edificio a blocco isolato su due livelli

Ubicazione:
piazza Cesare De Titta

Utilizzazione:
edificio privato destinato a Casa Museo del letterato Cesare De Titta (1862-1933)

Epoca di costruzione ed eventuali aggiunte/modifiche/restauri:
il palazzo presenta caratteristiche liberty che ne collocano l’epoca costruttiva tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX. Realizzato per volere di Cesare De Titta, ospitò sovente alcuni fra i più significativi protagonisti della cultura nazionale della prima metà del Novecento (Gabriele d’Annunzio, Giovanni Gentile, Luigi Pirandello)

Stato di conservazione:
sotto il profilo strutturale l’edificio si presenta integro nelle sue partizioni verticali e orizzontali; le uniche forme di degrado sono relative ai fronti, dove si riscontrano localizzate cadute di intonaco e croste nere in corrispondenza di alcuni partiti decorativi

Descrizione:
l’edificio, compatto e a pianta quadrangolare, si sviluppa su due livelli fuori terra e uno seminterrato. Il fronte principale si compone di due corpo sfalsati fra loro; quello in aggetto, perfettamente simmetrico rispetto al suo asse orizzontale, è l’unico a presentare motivi decorativi di risalto: il registro inferiore è segnato da un portale centrale arcuato e due finestre laterali che ne ripetono le forme; quello superiore, più articolato, corrisponde alla sala di rappresentanza del piano nobile. Le tre grandi aperture vetrate sono scandite da robusti pilastri che poggiano su esili basi, sotto le quali posa la cornice marcapiano decorata con motivi floreali. I pilastri sono conclusi da articolati capitelli affiancati da mensole che contribuiscono a sostenere l’architrave e al tempo stesso costituiscono il profilo delle finestre sottostanti. La trabeazione è formata da un semplice architrave a cui seguono un fregio anch’esso decorato con motivi floreali e una cornice scandita da una teoria di elementi circolari che riprendono, esasperandone le dimensioni, gli ovoli della cornice classica. Una targa commemorativa, posta al di sotto della finestra centrale del secondo livello, ricorda i natali di Cesare De Titta. La diversità di trattamento dei due corpi che comprendono il fronte, il loro sfalsamento, i diversi balconi che ne segnano i fronti laterali, potrebbero far pensare ad epoche costruttive non coeve

Bibliografia:
M. LATINI, Abruzzo. Guida storico-artistica, Edizioni Carsa, Pescara 2003.

Clicca qui per visualizzare e scaricare la scheda tecnica redatta dall’Università “G. D’Annunzio”, facoltà di Architettura, Dipartimento di scienze, storia dell’Architettura, Restauro e Rappresentazione.

File: Palazzo De Titta.pdf (110,98 Kb) -




  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata



  IMMAGINI




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino