Salta Menù|

Testata

-Palena - domenica 16 dicembre 2018 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Patrimonio Culturale »-Palena



  Menu Principale



  Chiese


  Ville


  Eremi



  Eventi






[Chiese]

Chiesa e Convento di S. Antonio

La chiesa ha impianto a navata unica; l’annesso convento si sviluppa su due livelli intorno ad un chiostro porticato

Immagine:

Comune e provincia:
Palena (Ch)

Tipologia:

la chiesa ha impianto a navata unica; l’annesso convento si sviluppa su due livelli intorno ad un chiostro porticato

Ubicazione:
località Villa Galardi, alle falde del Monte Porrara

Utilizzazione:
la chiesa è dedicata al culto di S. Antonio, mentre l’annesso convento, già istituto professionale, ospita il Museo dell’Orso gestito dal Parco Nazionale della Maiella, oltre ad una struttura ricettiva a scopo turistico e culturale

Epoca di costruzione ed eventuali aggiunte/modifiche:

il complesso risulta realizzato nel XVI secolo, con l’approvazione concessa da Papa Paolo III il 21 agosto 1539. Distrutti dal terremoto del 1706, il convento e la chiesa furono ricostruiti negli anni successivi, apportando modifiche legate al gusto del tempo.
Il complesso è stato recentemente restaurato nelle finiture esterne

Stato di conservazione:
il convento si presenta in buone condizioni tanto nell’apparato strutturale che di superficie.
La chiesa manifesta invece fenomeni di degrado e dissesto ancora legati agli effetti del terremoto del 1984.
La cupola è interessata da un quadro fessurativo rilevante, riscontrabile anche nella zona del coro, dove la presenza di lesioni si accompagna a vistosi fenomeni di umidità da infiltrazione che hanno gravemente deteriorato gli intonaci

Descrizione dell’edificio con riferimento a forme, materiali e tecniche costruttive:
la chiesa è preceduta da un portico dove di aprono tre arcate a tutto sesto sormontate da altrettante finestre.
Al di sopra si alza la navata, che presenta in facciata un’apertura rettangolare più un piccolo oculo. Una cornice a romanelle chiude il prospetto, caratterizzato da un profilo curvilineo che sembra evocare la copertura a botte della navata.
L’interno è in stile barocco; si presenta intonacato di bianco, tranne che nei medaglioni decorativi, nei pennacchi di imposta della cupola e nei due altari posti in corrispondenza della cupola stessa, vivacemente colorati.
Una trabeazione continua circoscrive l’invaso della navata, dall’ingresso, con l’ambone curvilineo sorretto da due colonne che ospita l’organo, fino al coro, coperto da una cupola a sesto ribassato separata dalla navata mediante un arco.
Il convento, austero nelle forme, presenta sui prospetti aperture molto regolari.
Il chiostro è circondato da un portico quadrangolare su due livelli, coperto con volte a crociera, poggianti su pilastri quadrati in pietra dove impostano arcate a tutto sesto.
Tutto le superfici esterne sono coperte da intonaco colorato di giallo, a fare da contrappunto alle cornici delle finestre e ad i cantonali, di colore bianco.

Bibliografia:
A. DE NINO, Palena, in “Il Pallano”, 1.1.1889
A. DE NINO, Palena, Letto palena e Montenerodomo nel 1652, in RASLA, XIX (1904), 3, pp.
113-20
M. MORETTI, Restauri in Abruzzo, Roma 1972
F. VERLENGIA, Il portale della diruta chiesa di S. Antonio Abate, in “L’Alba”,19.11.1922.

Clicca qui per visualizzare e scaricare la scheda tecnica redatta dall’Università “G. D’Annunzio”, facoltà di Architettura, Dipartimento di scienze, storia dell’Architettura, Restauro e Rappresentazione.

File: Chiesa e Convento di S. Antonio Abate .pdf (131,26 Kb) - -




  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata



  IMMAGINI




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino