Salta Menù|

Testata

-Frisa - domenica 16 dicembre 2018 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Patrimonio Culturale »-Frisa



  Menu Principale


  Chiese


  Palazzi



  Torri




  Eventi






[Archivio Storico]

Archivio Storico

Informazioni sull’Archivio Storico Comunale

Immagine:

Frisa, comune in provincia di Chieti, si estende su un territorio di 11,39 chilometri, tra i torrenti Moro e Feltrino, a nord della città di Lanciano.
La superficie, ricca di coltivazioni e case sparse, è caratterizzata dal centro storico e da due agglomerati urbani, le frazioni di Guastameroli e Badia.
La più antica e fondata notizia di un insediamento nel territorio risale al secolo XI: in un atto di compravendita del monastero di S. Giovanni in Venere, datato 1087, è citato “Lo Vasto Meruli”, ossia la frazione di Guastameroli.
All’inizio del 1400 il borgo fu sotto il dominio della città di Lanciano; nel 1425 venne in possesso dei Caldora, poi fu acquistato dai Cotugno e infine tornò al demanio regio per estinzione di quest’ultima famiglia. Nel 1447 Frisa contava 62 fuochi, 55 nel 1601 e 67 nel 1737. Nel 1809 la popolazione raggiunse 1281 unità, nel 1901 circa 1954 unità.
Dal 1657 fino all’abolizione della feudalità, fu posseduta dai Caccianini, nobili di origine lombarda di cui si conserva un prestigioso palazzo, oggi sede municipale.
Figura di spicco della famiglia fu il barone Felice Saverio Caccianini, consigliere di Intendenza sotto il governo borbonico, di idee liberali, morto nel 1854.

File: Archivio Storico Frisa.doc (79,97 Kb) - -




  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata



  IMMAGINI




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino