Salta Menù|

testata_cultura

-Bomba - domenica 21 aprile 2019 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Patrimonio Culturale »-Bomba



  Menu Principale



  Chiese



  Palazzi


  Monumenti



  Eventi






[Monumenti]

Antico Circuito Murario e Porte Urbiche

Bomba (Ch)

Immagine:

Comune e provincia:
Bomba (Ch)

Ubicazione:
perimetro del centro storico medievale

Epoca di costruzione ed eventuali aggiunte/modifiche/restauri:
con molta probabilità, il circuito murario che cingeva il borgo medievale di Bomba fu realizzato del corso del XII sec, quando l’insediamento urbano cominciò ad espandersi attorno al primo nucleo abitato di cui, però, non si conosce l’esatta ubicazione. La prima notizia su Bomba risale al 1115: nella Curia arcivescovile di Chieti, infatti, essa è citata nei resoconti delle decime pagate dalle chiese e dai clerici anche se sicuramente la presenza di un primo borgo risale ad un periodo precedente. E’ ipotizzabile che il primo insediamento sia riconducibile agli anni intorno al Mille, durante la dominazione normanna nel Meridione italiano; il nome popolare del Paese Vecchio, A balle pe’ 1a Terre, confermerebbe infatti questa ipotesi, in quanto terra per i Normanni significava paese. A quell’epoca il colle su cui sorge il centro storico era circondato da corsi d’acqua, attualmente interrati, e scarpate naturali di roccia, sostituite gradatamente da mura di difesa. Ancora oggi l’accesso all’antica città murata è garantito dalla presenza delle porte anche se alle mura si sono addossate altre costruzioni che, in molti casi, conservano ai piani terra muraglie a scarpata. La parte alta del paese vecchio è dominata dal Palazzo Baronale, dalla mole della settecentesca chiesa e della sua torre campanaria. Qui, infatti, nel corso del XVIII sec. venne realizzata, o riadattata, una porta con elementi architettonici perfettamente compatibili col gusto di quell’epoca

Stato di conservazione:
dell’intero circuito murario si conservano solo alcune porte le quali non presentano un buono stato di conservazione. Il cosiddetto “supportico”, che dalla piazza permette l’ingresso al centro storico, è contornato di abitazioni con superfici intonacate che mal si legano al materiale lapideo dei pezzi che compongono il portale. Delle porte a valle su via “Pistreola sotto” si conservano poche tracce poiché le costruzioni addossate ed il successivo abbandono le hanno progressivamente danneggiate. Anche la porta sul “pian della torre”, quella di maggior rilievo architettonico, non si presenta in buono stato in quanto i laterizi utilizzati manifestano lesioni e perdite cospicue di materiale

Descrizione dell’edificio con riferimento ai materiali e alle tecniche costruttive adottate:
supportico: si tratta di un passaggio coperto preannunciato all’esterno da un grande portale ad arco a tutto sesto, con conci sagomati e levigati di calcare, sormontati dalle strutture delle abitazioni adiacenti. Nel concio in chiave e sugli stipiti è incisa l’iscrizione “VB” che dovrebbe indicare “Universitas Bumbae” (città di Bomba). Questo, con molta probabilità, doveva essere l’accesso principale alla cittadella.
Porta sul Pian della Torre: anche in questo caso si tratta di un passaggio coperto sormontato da una costruzione. La porta permette l’ingresso ad una piazzetta in cui si affacciano, oltre ad alcune abitazioni, il Palazzo Baronale, l’antica torre medievale (innalzata nel Settecento ed utilizzata come campanile) e la porta laterale della chiesa di S. Maria del Popolo. La forma del passaggio è strombata verso l’interno. All’esterno vi è un semplice arco in mattoni a sesto policentrico. All’interno, invece, il portale presenta un arco a tutto sesto inquadrato da un ordine architettonico di paraste con sovrapposta trabeazione. I partiti architettonici sono realizzati in mattoni sagomati secondo modanature classiche. A coronamento del portale vi è uno scudo con lo stemma degli Adimari, ultimi marchesi di Bomba

Bibliografia:
G. CANIGLIA, M. PAGLIARONE, T. MARTORELLA, Bomba e dintorni, Chieti 1992
L. SARACENI, Bomba d’altri tempi, Dolzago 1978




  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata



  IMMAGINI




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino