Salta Menù|

testata_cultura

-Atessa - martedģ 25 giugno 2019 

Sei in: »Portale Sangro Aventino »Patrimonio Culturale »-Atessa



  Menu Principale


  Monumenti


  Palazzi


  Chiese



  Ville





  Eventi




  Porte




[Palazzi]

Palazzo Spaventa

Palazzo signorile con piccola corte interna

Immagine:

Comune e provincia:
Atessa (Ch)

Tipologia:

palazzo signorile con piccola corte interna

Ubicazione:
al termine di corso Vittorio Emanuele II, in prossimità di piazza S. Rocco

Utilizzazione:
attualmente l’edificio è adibito a residenza

Epoca di costruzione ed eventuali aggiunte/modifiche/restauri:
secondo alcuni, il progetto del palazzo, realizzato ex novo dalle fondamenta, risale al 1875. I bombardamenti della seconda guerra mondiale ne hanno causato il crollo di alcune parti

Stato di conservazione:
mediocre. L’edificio manca della parte in alto a destra, parzialmente crollata

Descrizione dell’edificio con riferimento ai materiali e alle tecniche costruttive adottate:
l’edificio è interamente realizzato in laterizio, con un piano terra in cui i mattoni sono disposti a formare delle bugne che si interrompono nel settore centrale, per differenziarlo e dare maggiore rilievo all’ingresso principale, attentamente definite anche se, con ogni probabilità, l’edificio avrebbe dovuto essere tutto intonacato. La pietra è riservata ai soli capitelli delle lesene, all’arco d’ingresso e alle mensole di sostegno dei balconi. La facciata principale, che si estende a sette assi, è articolata su due livelli, oltre il piano terra con botteghe, scanditi da due fasce marcapiano. Il semplice portale è affiancato da due finestre ad arco, una su ciascun lato, e dagli accessi alle botteghe ad arco ribassato, mentre le aperture del primo piano sono qualificate da semplici modanature che diventano più complesse per le finestre e i balconi dell’ultimo piano.
La qualità dell’intero prospetto, infatti, è soprattutto affidata all’ultimo livello dell’edificio, caratterizzato dalla presenza di lesene con capitelli vagamente ispirati all’ordine corinzio e da aperture arricchite da una sovracornice su mensola. Risalta in questo sobrio impaginato l’asse d’ingresso in cui viene introdotta una oscillazione ritmica con un infittirsi degli interassi delle aperture ai lati del portale, inquadrate tutte da lesene. Il tripartito centrale, infatti, è articolato al pianterreno da lesene con capitelli dorici, che inquadrano l’ingresso principale, con arco a tutto sesto, e le due finestre laterali, anch’esse a tutto sesto; al primo piano si apre un balcone sorretto da una fitta serie di mensole a volute, mentre l’ultimo piano è caratterizzato dalla presenza di un balcone con apertura ad arco e sovrastante edicola con timpano triangolare, fiancheggiato da due semplici finestre architravate, sovrastate da una specchiatura rettangolare


Bibliografia:
AA. VV., Recupero edilizio e valorizzazione del centro storico di Atessa, Bomba 1999, pp. 82- 83
A. CICCHETTI, T. CARUNCHIO, Atessa le immagini…la storia, Lanciano 1999, p. 94
ARCHEOCLUB di Atessa (a cura di), Atessa guida della città, Lanciano 1983, p. 57.

Clicca qui per visualizzare e scaricare la scheda tecnica redatta dall’Università “G. D’Annunzio”, facoltà di Architettura, Dipartimento di scienze, storia dell’Architettura, Restauro e Rappresentazione.

File: Palazzo Spaventa .pdf (123,68 Kb) -




  Comincia da te


  Login

Login


» Webmail
Accedi alla Web Mail del SangroAventino



  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata



  IMMAGINI




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale Territoriale Sangro Aventino