Informazioni generali SUAP

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive, nella sua versione di SUAP telematico (ai sensi del D.P.R. 160/2010), rappresenta "l'unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva", in grado di fornire "una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni comunque coinvolte nel procedimento".

Il SUAP dell'Asociazione tra Enti Locali del Sangro Aventino è svolto in forma associata, sulla base di Convenzione ai sensi dell'art. 30 del TUEL, Capofila è il Comune di Atessa, e tratta i procedimenti sulle attività produttive promossi da imprese e professionisti di 61 Comuni. Il SUAP Associato gestisce in forma esclusivamente telematica tutto il procedimento, interfacciandosi sempre elettronicamente con gli altri Uffici comunali e con gli Enti terzi, rispettivamente competenti per l'istruttoria di back-office ed i controlli e/o la vigilanza; al contempo, trasmette via PEC all'utente le comunicazioni inerenti la ricevibilità o meno della pratica, secondo le modalità espressamente previste dal D.P.R. n. 160/2010.

Obiettivo
Obiettivo dello sportello è quello di accelerare l’iter amministrativo, in grado di agevolare gli operatori nel loro percorso amministrativo finalizzato all’ottenimento di autorizzazioni e di concessioni per la realizzazione, ampliamento, ristrutturazione e riconversione degli impianti produttivi nonché per il collaudo degli stessi.
A tal fine le imprese che hanno interesse a localizzare impianti produttivi di beni e servizi nei territori dei comuni facenti parte dell’Associazione suddetta (vedi lista allegata) possono rivolgersi allo sportello unico, che provvederà all’acquisizione di tutti i pareri, nulla-osta, benestare o atti di consenso, comunque denominati, da rilasciarsi da parte di Enti e/o di Amministrazioni collaterali.

Trasmissione telematica delle istanze
Per inviare una istanza al SUAP è obbligatorio l'utilizzo della modalità telematica ed è necessario disporre degli strumenti di posta elettronica certificata (PEC) e del dispositivo per la firma digitale.
Nel caso in cui il richiedente non sia in possesso di PEC e/o firma digitale deve incaricare un professionista, un'associazione di categoria o una terza persona, utilizzando il modello di procura speciale.

Video

Presentazione Sportello Unico telematico